Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Eventi

Data:

17/03/2008


Eventi

Il dieci marzo scorso si e’ tenuta a Damasco la terza Conferenza sul sistema bancario e finanziario islamico. Adib Mayaleh, Governatore della Banca Centrale Siriana, ha sottolineato l’importanza di questo incontro che ha messo in luce i progressi compiuti in questi anni e le prospettive future per il settore bancario islamico nell’economia siriana. Il Governatore ha  precisato che le Istituzioni bancarie che seguono i dettami della sharia, operanti nel sistema bancario globale, sono circa 300, per un giro d’affari di 30 miliardi di dollari. Tra le principali sfide che il sistema bancario islamico deve affrontare figurano, secondo quanto affermato da Adib Mayaleh, la necessita’ di integrarsi con il sistema economico mondiale e l’esigenza di migliorare la qualità dei servizi offerti. Il Governatore ha ricordato come il Governo siriano abbia approvato una serie di provvedimenti legislativi per favorire lo stabilimento delle banche islamiche nel Paese (attualmente e’ stata concessa la licenza ad operare in Siria a tre Banche di questo tipo). Alla Conferenza ha partecipato anche il Gran Mufti di Siria, lo Sceicco Ahmad Badreddin Hassoun, che ha sottolineato le differenze tra il sistema bancario islamico ed il sistema bancario tradizionale. Nel corso della Conferenza si e’ stabilito di introdurre nelle Universita’ pubbliche un corso di specializzazione sul sistema bancario islamico, al fine di creare dei dirigenti bancari qualificati.


158